Elezioni comunali 2020

Per ognuno di voi, con l’impegno di ognuno di noi Per Stabio

Perché si fa politica?

Non posso rispondere per tutti, posso e voglio farlo per la sezione liberale radicale di Stabio. Un gruppo coeso, che conosco da ormai 20 anni e di cui, da 5, sono fiera presidente. Perché noi liberali radicali facciamo politica a Stabio? Perché pensiamo che la società sia una grande famiglia, che ogni persona ha il diritto di vivere un’esistenza non solo dignitosa ma anche piena e, per quanto possibile, piacevole. Nessuno di noi pensa “basta che sto bene io”, anzi, ognuno di noi mette al centro la collettività ed è per questo che puntiamo sul benessere di ciascuno e sul valore aggiunto degli interessi comuni: spazi adeguati accessibili a tutti, aiuti mirati a chi ne ha bisogno, attività per godere di un tempo libero di qualità.

Facciamo politica per passione

Facciamo politica per passione, non per potere. Le elezioni comunali sono sempre un appuntamento atteso. Per noi, però, non si tratta di una competizione, una gara o, peggio, un palco su cui mettersi in mostra. In realtà, chi fa politica, anche a livello comunale, sa che più che diventare un personaggio pubblico, rischia di diventare un bersaglio pubblico. Personalmente, so cosa di cosa parlo, ed è per questo che a maggior ragione mi batto non solo per i principi, ma, soprattutto, per le persone. Anche per queste elezioni comunali presentiamo una lista intergenerazionale, interclassista e rispettosa della parità di genere. Le persone che già fanno politica nelle fila del PLR e quelle nuove che hanno accettato di candidarsi mettono a disposizione il loro tempo, esperienza e impegno per lavorare insieme e migliorare la condizione dell’intera collettività. In questi anni abbiamo investito tempo ed energie per rinnovare la sezione locale e affiancare sempre più giovani a politici di
esperienza. Inoltre, siamo consapevoli della sotto rappresentanza delle donne in politica e garantiamo sulla nostra lista parità di partenza e sostegno concreto a tutte le candidate, che sono ben 3 su 7 in corsa per il Municipio e 12 su 25 per il Consiglio Comunale.

Interesse pubblico

Interesse pubblico e non interesse personale, ci metto la faccia e, per ciascuna delle candidate e dei candidati PLR a Stabio, metterei anche la mano sul fuoco. Tutti meriterebbero di essere eletti. E non è affatto vero che i candidati di tutti i partiti sono tutti uguali. Guai a pensare “tanto sono tutti uguali” e magari nemmeno andare a votare. La scelta di delegare persone a rivestire cariche pubbliche è intrinsecamente connesso con il nostro vivere quotidiano: finanze solide che permettono di realizzare progetti importanti e offrire servizi di qualità a favore dell’intera cittadinanza, luoghi di incontro per tutte le generazioni, spazi adeguati per le nostre associazioni sportive ma anche per quelle ricreative, culturali e musicali, strade sicure, servizi comodi e a costi contenuti e molto altro.

Vi assicuro che ognuno di noi dedica tanto tempo alla cosa pubblica, vi chiedo la cortesia di dedicare almeno qualche minuto alla lettura di questo opuscolo e, perché no, qualche ora fino al 5 aprile 2020 per incontrare le candidate e i candidati, conoscerli e ascoltarli. Recuperiamo il senso di appartenenza alla nostra comunità, al nostro Comune, andiamo a votare scegliendo chi ci rappresenta al meglio, chi ha a cuore una società che sia fondata sulla libertà, certo, ma accompagnata da responsabilità individuale e solidarietà collettiva. Io non ho dubbi, voterò tutte le candidate e i candidati liberali radicali che fanno politica ispirati da questi valori.

Natalia Ferrara, presidente Sezione PLR Stabio e deputata al Gran Consiglio dal 2015


Un quadriennio ricco di risultati per il bene di tutti

La mia prima legislatura alla guida del Comune di Stabio è ormai in dirittura d’arrivo ed è il momento di fare un bilancio della strada percorsa.

Dietro le cifre - al cuore dei progetti

Durante questi ultimi quattro anni, il Municipio si è riunito oltre 160 volte, ha proposto al Consiglio Comunale ben 22 milioni di franchi di investimenti attraverso 112 messaggi e ha votato la bellezza di 3’600 risoluzioni. Un’attività politica impegnativa, intensa, ma anche stimolante e certamente arricchente.

All’inizio del quadriennio è stato stilato un piano di legislatura, ovvero un elenco di obiettivi e idee che eravamo intenzionati a realizzare. La loro evoluzione ha quasi sempre lasciato ben sperare, ma solo oggi possiamo affermare con soddisfazione che quei buoni propositi sono stati perseguiti e i risultati raggiunti. Un lavoro di squadra, grazie all’impegno costante del Municipio e del Consiglio Comunale, frutto della cooperazione e della collegialità, elementi indispensabili per non solo portare a termine diversi progetti ma anche svilupparne di nuovi.

Nella seconda metà di legislatura, parte dei 22 milioni di franchi di investimenti stanziati dal Consiglio Comunale hanno iniziato a prendere forma. Il rinnovamento di Casa Yvette, il rifacimento degli spogliatoi del campo da calcio al Montalbano, ma anche la ristrutturazione totale della palestra della Scuola elementare, dove sono iniziati anche i lavori di rinnovamento del parco giochi. Senza dimenticare i più piccoli, per i quali è stato ammodernato lo spazio dedicato 0 – 3 anni. Per quanto riguarda la mobilità, è stato approvato un importante messaggio municipale che propone l’introduzione della zona con limite a 30 km/h in tutto il comparto residenziale e scolastico. La sicurezza al primo posto, anche sulle strade.

Non tutti gli investimenti votati dal Legislativo sono però già visibili ai nostri occhi. In questi ultimi mesi sono infatti stati stanziati crediti che ci permetteranno di gettare le fondamenta del futuro centro sportivo comunale a partire dalla prossima legislatura. Abbiamo finalmente pubblicato il concorso di progettazione grazie al quale verranno realizzate nuove strutture a disposizione delle nostre associazioni sportive, ricreative, musicali e culturali in zona Luvee. Inoltre, recentemente è stata acquisita la proprietà ex Grotto del Sole, sede attuale dell’asilo nido, nonché punto di ritrovo per i nostri anziani. Grazie a questa operazione il Comune potrà finalmente garantire continuità e stabilità alle attività che ogni giorno danno vita a questo edificio in prossimità della Casa Comunale dove convivono le generazioni e collaborano volontari e professionisti.

Presto una nuova Piazza Maggiore

Al giro di boa di metà legislatura avevo individuato nella Piazza Maggiore e nel Piazzale Solza i due temi sui quali l’attività politica si sarebbe concentrata, e oggi con grande soddisfazione posso confermare che presto avremo una nuova piazza principale! Il progetto e il credito per la sistemazione della Piazza Maggiore sono stati approvati. Dopo anni di discussioni, vi sono ora le basi per la realizzazione di questo importante progetto. Diverso è purtroppo il discorso per il Piazzale Solza. In questo caso sia il progetto sia il credito di investimento sono stati approvati dal Consiglio Comunale, ma, come nel caso dell’introduzione della zona 30km/h, il proseguimento verso la realizzazione è attualmente bloccato da un ricorso, un vero peccato attendere anni per vedere miglioramenti assolutamente necessari per tutta la comunità.

Sviluppo sostenibile oggi e domani

Non solo crediti milionari, anche piccoli investimenti ma con una forte sensibilità, anche ambientale. Il nostro Comune si è impegnato e continuerà a farlo in futuro per diminuire le emissioni di CO2. Quasi tutti gli stabili comunali già oggi sono dotati di impianti fotovoltaici. Sempre nell’ottica della sostenibilità stiamo inoltre procedendo all’aggiornamento e alla sostituzione di apparecchi e veicoli elettrici. Senza dimenticare che a favore della mobilità lenta sono stati erogati più incentivi per gli abbonamenti al trasporto pubblico. Passi avanti sono inoltre stati fatti verso la realizzazione di una centrale biogas, che ci permetterà di produrre energia verde e per la valorizzazione del Parco del Laveggio. Un progetto che mira a tutelare e stimolare la biodiversità e promuovere la condivisione del nostro patrimonio ambientale in favore di una migliore qualità di vita. Grazie al parco e al nuovo piano forestale nei prossimi anni potranno essere piantati 4’500 nuovi alberi. Uno per ogni abitante del paese, una prospettiva meravigliosa!

Politica delle risposte e del consenso

In questi quattro anni siamo riusciti dunque a realizzare molti piccoli e anche diversi grandi progetti e abbiamo posto le basi per altri che vedranno la luce prossimamente. Un’attività intensa e variegata, che mi ha permesso di conoscere ancora meglio il nostro territorio e di avere un contatto diretto con molti dei suoi abitanti. Concittadine e concittadini che mi hanno stimolato sia con commenti soddisfatti, sia esponendomi necessità e problemi. In ogni caso si è trattato sempre di incontri importanti, fondamentali per chi si mette al servizio della comunità, perché mi hanno permesso di ascoltare direttamente le domande alle quali la politica locale deve dare una risposta. E lo faccio, ogni giorno dedicando molte ore all’attività di sindaco. Ringrazio pertanto tutti coloro che mi hanno espresso la loro stima e che mi invitano a continuare così. Personalmente traggo insegnamenti positivi da questa mia prima legislatura da sindaco e sono pronto ad affrontarne un’altra con determinazione e attenzione anche a chi fa più fatica, con l’auspicio che le elettrici e gli elettori mi daranno ancora la loro fiducia il prossimo 5 aprile.

Mi ripresento con la concretezza dei progetti, il principio della sostenibilità come linea guida e un interesse preponderante: il benessere di tutta la popolazione e non solo di una parte. Permettetemi di essere ancora il sindaco di tutti, io vi garantisco il mio impegno e il mio ascolto, sempre, non solo agli appuntamenti elettorali.

Simone Castelletti, sindaco di Stabio dal 2016

Leggi il nostro programma elettorale

Candidati PLR al Municipio

Candidati PLR al Consiglio Comunale